Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno immagini

  • Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno immagini
  • Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno immagini
  • Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno immagini
  • Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno immagini
  • Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno immagini
  • Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno immagini
  • Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno immagini
     
Pin It


Jeffrey Campbell sandali neri tacco legno

Codice: DONNAS-B

Prezzo vecchio: 160 € sconto 50%

Prezzo nuovo: 80 €

 

 Colore: Nero

 Finitura: Standard

 Fodera Interna: Pelle

 Materiale: Camoscio

 

Dettagli tasse e spedizione

Prezzo include 22% IVA, 100% Soddifatti o rimborsati.

Jeffrey Campbell Donnas

Sandali donna tacco largo

Tomania in camoscio nera a intreccio, tacco 15 cm in legno nero, plateau rivestito 5 cm.

Il modello Donnas della nuova collezione Jeffrey Campbell scarpe ha una struttura solida, con tacco alto e largo e plateau.

Questa versione nera con tacco rivestito effetto toal black è sicuramente rivolto ad un pubblico che ama i tacchi alti ma comodi.

La struttura di questa scarpa è caratterizzata dal tacco in legno alto 15 cm e da un plateau robusto che rende queste calzature molto comode nonostante appartendono alla categorie di scarpe con il tacco altissimo.

jeffrey-campbell-donnas-black

Scopri tutta la nuova collezione di scapre Jeffrey Campbell 2017

IT +39 082526495 - Assistenza telefonica
Lunedì 17:00 - 20:00 Martedì - Sabato 10:00 - 13:00 17:00 - 20:00

 


Dettagli prodotto


Categoria: Tacchi

Marca: JEFFREY CAMPBELL

JEFFREY CAMPBELL
Le scarpe di Jeffrey Campbell trendy e comode nascono dal duro lavoro artigianale e dalla passione per il dettaglio e per la moda. Per la nuova collezione Jeffrey Campbell propone sandali alti in velluto nero e blu con tacchi larghi ,francesine in pelle e stringate in pelle modello derby. Il design...

Che scarpa cerchi ?: SANDALI, SCARPE CON IL TACCO

Codice Prodotto (SKU): DONNAS-B


comments powered by Disqus